Armando Del Nero Chef - EPM-Produzioni

Vai ai contenuti

Menu principale:

Armando Del Nero Chef

Fotografia
Armando Del Nero è un giovane creativo della cucina italiana.
Siamo stati nel suo regno a via Gregorio VII 335 a pochi passi da Villa Pamphili durante la presentazione di alcuni suoi piatti e abbiamo scoperto che la passione in cucina passa anche per un Harley Davidson!

continua a leggere......
Quando arriva sulla sua Harley Davidson si capisce subito che non sara' un shooting con uno Chef alla Cracco.
Armando Del Nero ci accoglie con il sorriso tipico di chi ama il suo lavoro.
Quando gli chiediamo di parlarci un po' di lui ha l'espressione tipica di chi non è abituato a stare al centro dell'attenzione.
"Sono un ragazzo con il pallino della cucina, amante del mangiare bene e della mia Harley"

D: Il colpo di fulmine non si scorda mai, percio' ricorderai  il primo piatto che hai cucinato?
R: Una piatto semplice aglio olio e peperoncino.

D: Visto che sei di origini Venezuelane, immaginavamo un piatto piu' "esotico"
R: Sono nato e cresciuto a Roma. Le origine trovano sfogo piu' nella musica che ascolto che nella cucina.Comunque non è raro che proponga piatti tipici del Sud America, in fondo la cucina è uno dei pochi posti dove si puo' essere cosmopoliti.

D: Quali sono i piatti che hai amato di piu' rivisitare o creare da zero?
R: Il Millefoglie di Salmone Fresco con Verdurine.


D: Se ci volessi stupire con un menu fatto di particolarità, quale Menu' ci proporresti?
R: Inizierei con il Sformato di triglia su purea di piselli e misticanza di lattughini. per passare a una Frascatana, è una carbonara con asparagi freschi         selvatici.
    Poi uno Strudel di Tome d'Alpeggio con Verdure di Campo, delle Puntarelle Romane con Astice.
    Finirei con una Mousse al cioccolato con cuore di Gambrinus.

D: Nel tuo futuro cosa vedi?
R: Un Ristorante con pochi coperti, con un  menu' che è sempre in divenire, con piatti fatti per stupire i palati raffinati o per accompagnare le persone che        solitamente non apprezzano la cucina creativa in un percorso sensoriale senza eguali.

Quando notiamo che le risposte sono sempre piu' intervallate da silenzi capiamo che ormai lo Chef è immerso nella sua arte, uscendo pero' sentiamo la sua voce che ci urla: "Belle le foto, belle le domande ma sedetevi che vi faccio assaggiare un po' di cose".

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu